Pronostici Mondiali 2022

La prossima Coppa del Mondo è ormai alle porte, e se diamo uno sguardo ai pronostici per i Mondiali 2022, le variabili da considerare sono diverse. Quest'anno la competizione si gioca in Qatar, durante i mesi invernali nei Paesi dell'emisfero settentrionale; ciò significa che le gare cadranno nel bel mezzo della stagione calcistica europea, con alcune nazionali più abituate di altre alle calde temperature del Qatar.

Il clima del Brasile, ad esempio, è molto simile a quello di Doha. Con la formazione a disposizione del tecnico Tite, non stupisce che i cinque volte Campioni del mondo siano i grandi favoriti secondo i pronostico Mondiale. Seguono poi la Francia campione in carica, l'Argentina, l'Inghilterra e la Spagna.

Scorri verso il basso per ulteriori informazioni sui pronostici Mondiali 2022, oppure clicca sui pronostici delle singole partite qui sotto.

Iran - USA

Chi vincerà i Mondiali 2022?

Come già citato, Brasile, Francia, Argentina, Inghilterra e Spagna sono le favorite per la vittoria finale in Qatar. Ma diamo un'occhiata più da vicino alle nazionali principali e proviamo a valutare le loro possibilità di vittoria in Medio Oriente.

PROVA IL BETTING EXCHANGE SENZA RISCHI

Ottieni 100% Rimborso fino a €10 valido per 5 settimane.

  • 1 REGISTRAZIONE
    Effettua la registrazione utilizzando il codice ZBETEX. Solo nuovi clienti.

  • 2 SCOMMESSA
    Gioca sulla piattfaroma Exchange.

  • 3 BONUS
    Per le prime 5 settimane, potrai ottenere un bonus del 100% fino a €10 sulle perdite nette.

Registrazione

Offerta valida per i nuovi clienti e per le prime 5 settimane dalla registrazione. Bonus massimo ottenibile €50. Si applicano Termini e Condizioni.

Brasile

Il Brasile sembra promettere più di quanto fatto nei due decenni che hanno seguito il successo in Coppa del Mondo nel 2002. Non è un caso che la Seleção sia la nazionale favorita secondo i pronostici Mondiali 2022.

Un tempo largamente dipendente dalle fiammate offensive di Neymar, ora Tite è riuscito a mettere insieme una formazione completa che può vantare solidità in ogni reparto. Non ci sarebbe da stupirsi se il Brasile riuscisse ad arrivare al traguardo finale in Qatar.

Francia

In lotta per conseguire la forma migliore e alle prese con i problemi al di fuori del campo, le preoccupazioni per la nazionale francese non mancano. Reduce dal terzo posto nella fase a gironi di Nations League, con una sola vittoria su sei gare, la Francia può tuttavia contare su nomi del calibro di Karim Benzema, Kylian Mbappé e Paul Pogba, quindi sarebbe una pazzia escluderla dalla lista delle favorite.

Da notare è che nessuna nazionale ha sollevato la Coppa del Mondo in edizioni consecutive dal doppio successo del Brasile nel 1958 e 1962. Gli uomini di Didier Deschamps si ritrovano così sulle spalle l'ardua impresa di dover invertire questa tendenza.

Argentina

Con la consapevolezza che quello in Qatar sarà l'ultimo Mondiale per Lionel Messi, la pressione sull'Argentina è ancora maggiore. Si ha la sensazione che l'Albiceleste abbia raccolto meno delle attese durante l'era dell'attaccante del PSG, ma senza dubbio sta raggiungendo la forma al momento giusto per riservare al campione un addio alla nazionale argentina degno del suo nome.

L'Argentina si presenta in Qatar imbattuta da ben 35 gare, una corsa simile a quella dell'Italia l'anno scorso quando la nazionale azzurra si è aggiudicata l'Europeo; inoltre, con la vittoria della Copa America la scorsa estate, l'Albiceleste si è scrollata di dosso il pesante macigno di non aver vinto trofei. Una formazione da tenere sicuramente sott'occhio.

Inghilterra

La forma e lo slancio non sono sicuramente i migliori per la nazionale inglese, alle prese con la peggiore serie di risultati dal 1992. La formazione di Gareth Southgate è diventata una delle protagoniste a livello internazionale, raggiungendo una semifinale ai Mondiali 2018 e la finale agli Europei dello scorso anno.

Tuttavia, con l'assenza di vittorie nei sei incontri di Nations League contro Italia, Germania e Ungheria, le speranze inglesi di vincere una competizione importante non sono mai state così deboli nell'era Southgate.

Spagna

La Spagna ha vissuto un periodo di transizione nel corso dell'ultimo decennio, caratterizzato dalle difficoltà a rimpiazzare i campioni protagonisti della conquista degli Europei del 2008 e del 2012, in aggiunta al Mondiale 2010, una volta appese le scarpette al chiodo.

Luis Enrique sta facendo molto bene nel suo lavoro di ricostruzione della squadra, con l'introduzione di giocatori giovani come il trio del Barcellona, costituito da Pedri, Gavi e Ansu Fati. Tuttavia, la nazionale spagnola non sembra essere ancora in grado di ambire a vincere oppure a competere per una vittoria finale al Mondiale. Magari se ne potrà riparlare tra quattro anni.

Germania

Sempre considerando le quote vincenti Mondiali, segue a ruota la Germania, un'altra formazione nazionale che non è stata più la stessa dopo la vittoria della Coppa del Mondo 2014 in Brasile. La squadra potrebbe trovarsi ancora in una fase di adattamento dopo l'addio del tecnico Joachim Löw, che alla conclusione degli ultimi Europei ha lasciato la panchina tedesca dopo ben 15 anni alla guida della Germania.

Hansi Flick è partito con il piede giusto come allenatore della nazionale tedesca, vincendo nove delle 10 partite di qualificazione al Mondiale. Tuttavia, la recente fase di Nations League ha visto un brusco calo di forma e una sola vittoria degli uomini di Flick. I segnali positivi non sono mancati, ad esempio nella gara vinta per 5-2 contro l'Italia.

Olanda

L'Olanda è un'altra nazionale che spesso non riesce a soddisfare le aspettative nelle competizioni più importanti. Ha mancato la qualificazione agli Europei 2016 e al Mondiale 2018, ed è stata eliminata agli ottavi di finale a Euro 2020, dopo essere stata stesa dalla Repubblica Ceca.

Questo Mondiale può rappresentare l'occasione per rifarsi. La nazionale olandese ha le capacità per poter fare qualcosa di buono in Qatar, soprattutto se pensiamo a campioni come Virgil van Dijk, Matthijs de Ligt, Frenkie de Jong e Memphis Depay. Tuttavia, la formazione potrebbe non avere sufficiente qualità in campo per riuscire a imporsi al Mondiale. La carenza di riserve di qualità potrebbe però impedire alla compagine olandese di imporsi.

Portogallo

Come nel caso di Messi e l'Argentina, anche la formazione portoghese dovrà fare i conti con le pressioni legate a Ronaldo e al fatto che, spente le 37 candeline, questo sarà probabilmente il suo ultimo Mondiale.

Un trionfo portoghese in Medio Oriente sembra davvero difficile da realizzarsi, ma non dimentichiamo la sorpresa durante Euro 2016, quando il Portogallo aveva battuto in finale la Francia, nonché Paese ospitante di quell'edizione. Servirebbe un colpo altrettanto inaspettato quest'anno, ma non possiamo tralasciare il fatto che il Portogallo di oggi è sicuramente migliore di quello di sei anni fa.

Belgio

Con tutta probabilità, questa sarà l'ultima possibilità per il Belgio per raggiungere qualcosa di concreto con la generazione di talenti che si ritrova. Tuttavia, i pronostico Mondiale non sono a favore della formazione di Roberto Martínez, che scivola in nona posizione in questa graduatoria.

Sarebbe davvero un peccato vedere questo Belgio, con i suoi campioni del calibro di Kevin De Bruyne, Eden Hazard e Romelu Lukaku, non riuscire a esprimere al massimo il proprio potenziale sul palcoscenico internazionale. Purtroppo sembra che abbia perso la migliore occasione quattro anni fa in Russia, uscendo sconfitto in semifinale contro la Francia.

I pronostici per singolo Gruppo

Gruppo A – Qatar, Ecuador, Senegal e Olanda

L'urna non è stata sicuramente fortunata per i padroni di casa. Il Qatar si trova infatti nel Gruppo A, insieme alla temibile formazione olandese, al Senegal vincitore della Coppa delle nazioni africane e ai sudamericani dell'Ecuador, che potrebbero riservare sorprese.

Olanda e Senegal non dovrebbero avere problemi ad aggiudicarsi i primi due posti del gruppo, con i pronostici Mondiali 2022 che danno già la formazione di Louis van Gaal al primo posto. L'Ecuador occuperà probabilmente la terza posizione, lasciando il Qatar in coda al gruppo, forse senza nemmeno un punto.

Gruppo B – Inghilterra, Iran, USA e Galles

Il Gruppo B vede una sfida tutta britannica, con Inghilterra e Galles che si scontreranno per accedere alle fasi a eliminazione diretta. I pronostici vedono le due nazionali come le favorite a posizionarsi in vetta al gruppo. Per il Galles si tratterebbe della seconda volta in questa impresa.

Tuttavia, non vanno sottovalutati gli USA. Potrebbero essere meno favoriti dei Dragoni per il secondo posto, ma rimangono comunque una delle formazioni più interessanti e promettenti di questo Mondiale e hanno tutte le carte in regola per finire davanti al Galles.

Gruppo C – Argentina, Arabia Saudita, Messico e Polonia

L'impresa dell'Argentina di salutare l'addio alla nazionale di Lionel Messi con la conquista del Mondiale non sembra essere iniziata in modo particolarmente difficile. L'Albiceleste è stata sorteggiata nel gruppo C con Arabia Saudita, Messico e Polonia.

Secondo i pronostici relativi al Mondiale, l'avversario più ostico per l'Argentina è il Messico, anche se la Polonia di Robert Lewandowski farà di tutto per riscattarsi dopo l'ultimo posto nel gruppo quattro anni fa. L'Arabia Saudita, la meno favorita della competizione, si limiterà probabilmente a fare numero nel gruppo.

Gruppo D – Francia, Danimarca, Tunisia e Australia

Il Gruppo D sembra promettere una bella sfida tra Francia e Danimarca per il primo posto. Se da una parte molti si aspettano il primato dei campioni in carica e un passaggio alla fase successiva piuttosto agevole, dall'altra la Danimarca rappresenta un'incognita e potrebbe volere dire la propria.

La nazionale danese ha sconfitto la Francia sia in casa che in trasferta, finendo davanti in classifica dopo il recente turno di Nations League. Questo potrebbe bastare per dare alla Danimarca la fiducia necessaria per tentare il colpo contro gli uomini di Deschamps. Per quanto riguarda il terzo posto, lo scontro sarà tra Tunisia e Australia, con gli ultimi favoriti dai pronostici.

Gruppo E – Spagna, Germania, Giappone e Costa Rica

Chiamato a ragione il "gruppo della morte", il Giappone e la Costa Rica si ritrovano in una situazione molto simile a quella di Tunisia e Australia, in quanto dovranno vedersela con gli ex Campioni del Mondo della Spagna e della Germania nel Gruppo E.

La formazione di Luis Enrique è la favorita per il primo posto nel gruppo, davanti alla Germania, ma sarà probabilmente la gara in programma alla seconda giornata a decidere chi si aggiudicherà la vetta. La Costa Rica sembra destinata a posizionarsi in coda al girone per il secondo Mondiale consecutivo, mentre il Giappone è favorito per il terzo posto.

Gruppo F – Belgio, Canada, Marocco e Croazia

Potrebbe trattarsi dell'ultima chance di successo per il Belgio, che dovrebbe essere più che soddisfatto di questo Gruppo F: con Marocco e Canada, la qualificazione sembra già in tasca, ancor prima del fischio d'inizio.

Il portale pronostici Mondiali 2022 vedono il Belgio come la squadra favorita nel gruppo, ma la Croazia è in ottima forma e potrebbe dare vita a un'avvincente sfida, soprattutto dopo aver dimostrato il proprio valore in campo internazionale con la finale del Mondiale di quattro anni fa.

Gruppo G – Brasile, Serbia, Svizzera e Camerun

Il Gruppo G è decisamente un déjà vu, in quanto Brasile, Serbia e Svizzera si ritrovano di nuovo insieme nella fase a gruppi di un Mondiale, proprio come già successo quattro anni fa in Russia. Allora la Seleção aveva conquistato il primo posto del gruppo e anche in Qatar non dovrebbero avere problemi a ripetersi, soprattutto ora che vantano una formazione decisamente migliore.

La Svizzera pare essere quotata per il secondo posto anche per questa edizione, mentre alla Serbia sembrerebbe toccare la terza posizione per la seconda volta consecutiva. La situazione non sembra affatto rosea per il Camerun, che alla vigilia di questo Mondiale manca di un vero campione in squadra.

Gruppo H – Portogallo, Ghana, Uruguay e Repubblica di Corea

Anche il Gruppo H vede due nazionali spiccare sulle altre. È difficile pensare a uno scenario in cui le prime due posizioni non siano occupate da Portogallo e Uruguay al termine di questa fase.

Ronaldo e compagni sono i favoriti per il primo posto nel gruppo, ma l'Uruguay sembra davvero poter costituire una seria minaccia, grazie a giocatori del calibro di Federico Valverde, Darwin Núñez e José María Giménez, per non parlare dei veterani Luis Suárez, Edinson Cavani and Diego Godín.