Tour de France, quinta tappa: percorso mosso con quattro GPM, occhio a fuggitivi e attaccanti!

TOUR DE FRANCE 2019 FAVORITI TAPPA 5. SAINT DIÉ DES VOSGES-COLMAR, FRAZIONE DI MEDIA MONTAGNA CHE POTREBBE INVOGLIARE I CACCIATORI DI TAPPE! ARRIVA LA PRIMA FUGA?

Tour de France 2019 favoriti tappa 5. Dopo la doppietta Quick Step con Alaphilippe e Viviani, la carovana affronta una giornata piuttosto movimentata, anche se non verranno affrontate asperità particolarmente dure. I quattro GPM da Saint Dié des Vosges a Colmar (due di terza e due di seconda categoria) possono però fungere da trampolino di lancio ideale per i cacciatori di tappe e i fuggitivi, che potrebbero dunque trovare spazio per andare a conquistare la tappa. Ultimo scollinamento posto a 19.5 km dal traguardo, quindi una veloce discesa fino agli ultimi 10 km in piano.
Resta da vedere quale sarà il comportamento del gruppo, considerando che il terreno non dovrebbe essere adatto a uno scontro diretto tra i big, e che i velocisti oggi non dovrebbero aver voce in capitolo. Se la maglia gialla di Alaphilippe dovesse essere al sicuro, è probabile che i big possano lasciar andare, regalandosi una giornata relativamente tranquilla, e lasciando dunque il compito di amministrare la corsa alle formazioni che cercano il successo di tappa.

I FAVORITI
Tappa dunque che si apre a più scenari, esclusi, sulla carta, solamente l'attacco dei big e la volata. Verosimilmente saranno i cacciatori di tappe a giocarsi l'arrivo, cioè finisseurs pronti a scattare sulle ultime asperità per poi magari giocarsi il successo in una volata ristretta. In questo senso occhio ovviamente a colui che è il maestro di questo genere di operazioni, e cioè proprio la maglia gialla Alaphilippe, ma anche a Schachmann, Wellens, Van Aert, Van Avermaet, Bettiol, Mohoric, Lutsenko, Valverde e tanti altri. Davvero nutrito l'elenco dei nomi papabili per una sortita nel finale. Come detto, però, non è nemmeno impossibile un arrivo in fuga, e in questo caso ci aspetteremmo, quindi, i soliti Calmejane, De Gendt, De Marchi, Geschke, Cummings, tanto per fare qualche esempio. Tra gli uomini veloci che potrebbero restare a ruota citiamo solo Sagan e Matthews: per gli altri sprinters oggi dovrebbe essere solamente una giornata di transizione.

IL PRONOSTICO
Prima del successo di ieri, Viviani era tra i cinque corridori presenti al Tour alla caccia della prima tappa nella Grande Boucle dopo aver già vinto a Giro e Vuelta: detto fatto, il veronese ha lasciato il segno anche qui. Tra i quattro rimasti c'è un nome che oggi ci piace particolarmente: stiamo parlando di Matej Mohoric, che su un percorso come questo potrebbe trovarsi a proprio agio. Non è facile poi restringere ulteriormente il campo partendo da tanti nomi e tutti con ottime chances, ma proviamo a concentrarci su Wout Van Aert e Maximilian Schachmann.
In caso dovesse invece arrivare la fuga, forse il percorso è troppo poco selettivo per uno scalatore come Calmejane, può essere preferibile De Gendt. Per chi cerca l'impresa da raccontare ai nipoti, Cummings e Geschke sono le follie a quota stellare.

Nuovo su Betfair? Registrazione