Giro d'Italia, 21ma tappa: gran finale all'Arena di Verona! Carapaz pronto a stappare, ancora incerta la terza posizione!

GIRO D'ITALIA 2019 FAVORITI TAPPA 21. VERONA-VERONA, CRONOMETRO FINALE CHE CHIUDE LA 102ESIMA EDIZIONE DEL GIRO D'ITALIA! ROGLIC PUNTA A RIENTRARE SUL PODIO, CARAPAZ CON UN VANTAGGIO RASSICURANTE!

Giro d'Italia 2019 favoriti tappa 21. Con la prova contro il tempo che terminerà dell'incantevole cornice dell'Arena di Verona, si chiuderà questa sera un emozionante Giro d'Italia, che ha sovvertito fin qui i pronostici iniziali. Venuti meno, per motivi diversi, i principali favoriti della vigilia, vale a dire Dumoulin e Yates, la corsa rosa ha scoperto (o meglio riscoperto, perché già l'anno scorso fu autore di un ottimo Giro) il talento dell'ecuadoriano Richard Carapaz.

IL VOLO DEL CONDOR, DA EL CARMELO A VERONA
Umile, discreto, poco incline ai riflettori, totalmente anti-personaggio, il ventiseienne di El Carmelo ha fatto impazzire una nazione intera, insinuandosi con astuzia nella battaglia titanica che i media stavano costruendo (forse troppo presto e certamente con poca lungimiranza) attorno a Nibali e Roglic. Bella storia quella del "Condor", decisamente nuovo eroe nazionale dell'Ecuador: infanzia difficile da "campesino", cioè da contadino, e il sogno nel cassetto di diventare muratore. Il destino ha voluto diversamente, facendogli inforcare la prima bicicletta (che la leggenda vuole recuperata in una discarica dal papà), e trasportandolo dove mai lui si sarebbe immaginato: da un puntino sperduto situato a quasi 3000 metri di altitudine al confine tra Ecuador e Colombia a Verona, correndo la tappa più importante della sua fin qui ancor breve carriera.

ULTIMI CHILOMETRI DEL GIRO 102
Cronometro che non dovrebbe causare distacchi clamorosi: come spesso ripetiamo, le prove contro il tempo situate alla fine di un grande giro evidenziano meno differenze rispetto a quelle situate all'inizio. Questo perché le energie sono ridotte al lumicino per tutti, e domina dunque un forte livellamento verso il basso. Dalla zona della Fiera si prosegue verso il circuito delle Torricelle, con 4.5 km di blanda salita seguiti dalla discesa e da 3 km finali in piano fino all'Arena, per un percorso totale lungo 17 km.
Verosimilmente Carapaz potrebbe perdere non più di 30-40 secondi da Nibali, rimanendo dunque più che al sicuro visto il vantaggio di 1′ e 54". A sua volta Roglic, quarto in classifica a 23" da Landa, potrebbe teoricamente guadagnare circa un minuto o più sul basco e risalire dunque sul gradino più basso del podio. Abbastanza sicuro anche Vincenzo Nibali del secondo posto, visto che il gap di 1′ e 22" che lo separa da Roglic difficilmente potrebbe essere colmato: anche in questo caso lo sloveno potrebbe guadagnare circa 2-3 secondi a chilometro sullo Squalo, quindi intorno ai 45 secondi nella peggiore delle ipotesi. Quasi consolidate anche le altre posizioni della generale, con possibili cambiamenti che potrebbero riguardare solo la sesta, settima e ottava posizione attualmente occupate da Lopez, Majka e Yates.

I FAVORITI
Storicamente le crono finali sono vinte da profili di secondo piano, vale a dire specialisti che negli ultimi giorni sulle montagne hanno potuto salvare la gamba invece di battagliare fino all'ultima stilla di energia. In questo senso il nome più importante è quello del campione europeo di specialità e detentore del record dell'ora Victor Campenaerts (salito alla ribalta al Giro di due anni fa quando mise in mostra una scritta sul petto mediante la quale chiedeva un appuntamento alla bella Carlien). Il belga ha già disputato un'ottima prova nella crono di San Marino, arrivando secondo dietro Roglic solo per colpa di un guasto meccanico. Altro nome da tenere d'occhio quello di Chad Haga. Potrebbe disputare una buono crono anche Nibali, mentre ci aspettiamo un grande impegno da parte di Jungels e Yates, per provare a lasciare almeno un segno in questo Giro altamente deficitario per entrambi.

IL PRONOSTICO
Campenaerts è sicuramente il primo e più concreto nome da fare, per quanto sia piuttosto scontato. Come sorpresa cercando una quota più alta, Haga, Nibali e Yates.

Nuovo su Betfair? Registrati ora