Giro d'Italia, 20ma tappa: è la resa dei conti! Tutti contro Carapaz (e Landa?)

GIRO D'ITALIA 2019 FAVORITI TAPPA 20. FELTRE-CROCE D'AUNE/MONTE AVENA, LA TAPPA DECISIVA DI QUESTO GIRO D'ITALIA! PREPARIAMOCI AI FUOCHI D'ARTIFICIO!

Giro d'Italia 2019 favoriti tappa 20. Ci siamo, ecco la resa dei conti del Giro 102! Prepariamoci a una giornata campale, di quelle che soltanto il ciclismo sa regalare. Tensione alle stelle sulle vette delle Dolomiti, dove ci si gioca il tutto per tutto pur di ribaltare le sorti della corsa. In tanti sono in cerca di una giornata di grazia per recuperare terreno in classifica, e questa frazione è la più adatta per cercare di mettere in difficoltà i propri avversari.

IL RUOLO DI LANDA
Tutti dunque contro Richard Carapaz: Nibali e Roglic vogliono alimentare le residue speranze di vittoria del Giro, Lopez vuole avvicinarsi il più possibile al podio, Yates vuole lasciare almeno un segno. E Mikel Landa? Delicatissimo il ruolo di colui che tutti hanno fin da subito riconosciuto come l'ago della bilancia: capitano della Movistar, il terreno perso nelle cronometro e l'eccessivo attendismo con cui Nibali e Roglic hanno risposto agli attacchi di Carapaz lo hanno poi relegato al ruolo di gregario di lusso. Fin qui ha svolto un lavoro ineccepibile, ma ha anche dimostrato la gamba migliore tra tutti i big.
Il primo avversario Carapaz lo ha proprio in casa? Dire così ci pare esagerato, ma è indubbio che, in base alle dinamiche di corsa che si verranno a creare, il basco non si lascerebbe sfuggire eventuali occasioni per cercare gloria e magari salire sul podio, anche se la difesa della rosa resta l'obiettivo primario. Del resto Landa è già sicuro di lasciare la Movistar a fine stagione, e chissà che non abbia la testa già al futuro.

LA RESA DEI CONTI
La tappa di oggi è durissima, con 5600 metri di dislivello in 194 km. Si parte subito con Cima Campo, quindi il Manghen (Cima Coppi di questo Giro dopo l'eliminazione del Gavia), il Rolle, e infine in rapida successione Croce d'Aune e Monte Avena. Ascese complicate, che lasceranno tanta fatica nelle gambe dei corridori. Ci aspettiamo attacchi fin dall'inizio, magari sul Manghen, perché oggi o la va o la spacca. "Fare secondo, terzo o quarto con conta - ha dichiarato Nibali - non ho nulla da perdere". Parole che fanno comprendere come oggi conti soltanto ribaltare il Giro a proprio favore, anche a costo di saltare e perdere qualche posizione. Prepariamoci ai fuochi d'artificio.

I FAVORITI
Probabile che oggi ci sia poco spazio per la fuga. L'importanza della posta in palio lascia pensare che saranno i capitani a giocarsi direttamente la tappa. Dovrebbe dunque trattarsi di una sfida faccia a faccia tra i vari Carapaz, Nibali, Lopez, Landa, Yates, Roglic, con il vincitore che con buone probabilità uscirà tra questo lotto di nomi. A seguire i vari Carthy, Mollema, Majka, Zakarin, Formolo, Sivakov, Dombrowski, che però difficilmente riusciranno a tenere il ritmo indiavolato dei primi. In fuga potrebbero andare i soliti Nieve, Ciccone, Masnada, De Gendt, Sosa, ma forse oggi è meglio concentrarsi su chi si sta giocando il Giro.

IL PRONOSTICO
Occhio al gioco delle possibili alleanze: in questo senso Lopez diventa un alleato perfetto per tutti, perché ha dimostrato star bene e di attaccare ogni volta che ne ha avuto l'occasione per rosicchiare posizioni in classifica. Non impossibile dunque assistere all'alleanza Nibali-Roglic-Lopez per provare a mettere nel sacco Carapaz. In questa eventualità, come detto, il ruolo di Landa diventerebbe fondamentale. Per fare da stopper o per sostituire Carapaz in caso di difficoltà? Staremo a vedere. Altro elemento prezioso potrebbe essere Yates, alla caccia almeno di un successo di tappa.
In conclusione, scegliamo sicuramente l'esperienza di Nibali, che proverà il tutto per tutto e non è nuovo a imprese nel finale. Molto stuzzicante il nome di Landa, anche se molto dipenderà dalle strategie che verranno a definirsi lungo il percorso: in ogni caso la gamba è ottima, e al netto di imprevisti un suo successo di tappa sarebbe il perfetto coronamento del Giro magistrale corso dalla Movistar. Lopez è una buonissima opzione, ma forse a quota troppo bassa vista la difficoltà e l'imprevedibilità di questa lunga giornata.


Nuovo su Betfair? Registrati ora