Giro d'Italia, 14ma tappa: è già tappone alpino senza un metro di pianura!

GIRO D'ITALIA 2019 FAVORITI TAPPA 14. SAINT VINCENT-COURMAYEUR, FRAZIONE DURISSIMA CON CINQUE GPM E UN DISLIVELLO CHE METTE PAURA! TERRENO IDEALE PER GLI ATTACCHI!

Giro d'Italia 2019 favoriti tappa 14. Dopo il primo arrivo in salita di Ceresole Reale ecco un vero e proprio tappone alpino che sicuramente gli scalatori avranno cerchiato in rosso sull'agenda. Si tratta di una frazione corta ma intensissima: 131 km con partenza da Saint Vincent scalando in successione Verrayes, Verrogne, Truc d'Arbe, il temibilissimo Colle San Carlo (10 km al 9.8% di media) e infine lo strappo finale che porta all'arrivo di Courmayeur.
Una tappa che non lascia il tempo di respirare, visto che manca quasi del tutto la pianura: un continuo saliscendi che rappresenta il terreno ideale per le imboscate nei confronti dei diretti avversari. Oggi conterà tantissimo la squadra, e chi resterà solo troppo presto potrebbe alla lunga pagare lo sforzo.

I FAVORITI
Vista la difficoltà dell'altimetria di oggi, e i ripetuti attacchi degli ultimi giorni, ci aspettiamo un'altra battaglia diretta tra i big. Anche ieri lo spazio lasciato alla fuga non è stato molto, e, considerati i secondi guadagnati da uomini pericolosi come Zakarin e Mollema, la corsa potrebbe essere oggi ancora più chiusa. Su tutti, i book attendono Landa e Lopez, coloro che forse hanno dimostrato la gamba migliore quando la strada sale (anche se il colombiano è stato fino ad ora molto sfortunato tra forature varie e problemi meccanici). Carapaz, Nibali e Roglic seguono a ruota, ma non mancano anche i nomi di coloro che potrebbero puntare solo alla tappa, come Nieve e Sosa, oppure alla maglia azzurra, come il nostro Ciccone. Occhio anche al ruolo di Yates, ieri saltato dalla classifica ma che ci aspettiamo presto alla caccia di almeno una tappa.

IL PRONOSTICO
Se dovessimo scegliere un nome su tutti, questo sarebbe Miguel Angel Lopez, in cerca di riscatto e di risalita in classifica dopo le ultime giornate davvero sfortunate. Landa forse potrebbe accusare il grande sforzo di ieri. In cerca di qualche quota più invitante, ecco Vincenzo Nibali. Lo Squalo freme dalla voglia di attaccare Roglic, con il quale ha avuto le prime schermaglie e i primi screzi, e questa potrebbe essere la giornata adatta: ricordiamo infatti che Roglic è privo del suo uomo di fiducia De Plus, costretto al ritiro, e dunque potenzialmente in difficoltà contro un Nibali che può invece contare al suo fianco su Pozzovivo e Caruso, entrambi protagonisti fin qui di un ottimo Giro in appoggio al capitano. I due nomi a sorpresa potrebbero essere ancora Majka e Sivakov, che potrebbero approfittare del marcamento degli altri big.


Nuovo su Betfair? Registrati ora