Serie A, Torino-Juventus: storia, analisi e pronostico del derby di Fabrizio Ravanelli

Torino-Juventus: il pronostico del derby di Ravanelli
Registrati ora Visualizza il mercato

Il bomber della Juve analizza Torino-Juventus, derby della Mole 197: dalla storia vissuta sul campo al pronostico della partita di sabato 15 dicembre, Fabrizio Ravanelli si racconta in un'intervista esclusiva. L'analisi della Juve di oggi firmata da Penna Bianca.

Torino-Juventus, derby della Mole numero 197, si giocherà sabato 15 dicembre alle 20:30 allo Stadio Olimpico Grande Torino. Abbiamo chiesto a Fabrizio Ravanelli la sua storia da protagonista della stracittadina torinese, l'analisi e il pronostico della partita della 16esima giornata di Serie A.

Guarda l'intervista completa a Fabrizio Ravanelli su YouTube

Cosa si prova a giocare in campo il derby Juventus-Torino, rispetto a guardarlo in televisione o allo stadio?

Sicuramente è molto più bello giocarlo in campo. Essere tifoso della Juventus e rappresentare la tua squadra, in maniera profonda da giocatore in campo, è una delle più belle soddisfazioni che ci possano essere. Se hai anche la fortuna di vincere e, magari, da protagonista come è successo a me, è ancora più bello. Certo, guardarlo da casa è diverso, ma comunque è una forte emozione: si soffre molto di più stando fuori che giocando in campo.

La Juventus ha battuto ogni record negli ultimi sette anni. E, dall'inizio della stagione, ne ha appena battuto uno nuovo, raccogliendo 43 punti in 15 giornate di Serie A. Cosa ne pensi?

Credo fosse inaspettato un po' da tutti. Questi risultati stanno dando testimonianza di una società, di una squadra, di un Mister e, in generale, di un ambiente Juventus incredibile e vincente.
Ogni anno che passa si migliora, ma resta sempre quella forte umiltà delle grandi società che riescono a giocare con grande intelligenza. Abbiamo visto di cosa è stata capace la Juventus acquistando anche Ronaldo, questo valore aggiunto ha portato più professionalità e autostima. Credo che questa sia la testimonianza di un grande lavoro non solo da parte dei giocatori che scendono in campo e del Mister, ma anche di un lavoro certosino che sta alle spalle della squadra, quello della società.

Cosa ti è rimasto impresso della spettacolare partita vinta dalla Juventus 5-0 contro il Torino nella stagione 1995/96? Quali sono stati i tuoi pensieri prima, durante e dopo la partita?

I ricordi dopo un 5 a 0 sono veramente fantastici! Vincere 5 a 0 un derby ti esalta: i tifosi ti esaltano. Se poi riesci anche a fare goal, nonostante sia arrivato su rigore, la soddisfazione è massima! I pensieri che ti affliggono all'inizio della gara sono quelli precendenti una grande partita: vincerla e di rendere felici tutti i tifosi juventini che tengono particolarmente al derby della Mole.
Il segreto è prepararsi bene durante la settimana, curare tutti i particolari e cercare di dare tutto te stesso mettendo in campo ogni forza che hai dentro per poter riuscire a vincere la partita, pensando ai tifosi che ci tengono tantissimo.

Qual è il tuo personale pronostico del derby Torino-Juventus del 15 dicembre?

Sarà come tutti i derby. Onestamente sarà una partita molto difficile, aperta a qualsiasi tipo di risultato. Gli ultimi sono sempre stati positivi: ci auguriamo che anche questo derby possa essere positivo per la Juve. Allo stesso modo, sappiamo che il Torino cercherà di giocare la partita della vita perché battere la Juventus sarà per loro qualcosa di incredibile. Credo però che la qualità della Juventus sia molto superiore quest'anno; motivo per il quale mi auguro che la Juve possa vincere di nuovo il derby.

Registrati ora Visualizza il mercato