Pescara - Catania: ultimo impegno prima della sosta

Francesco Modesto ed Elvis Abbruscato festeggiano un gol del Pescara.

I siciliani sono reduci dalla prima vittoria esterna stagionale.

Pescara (3.25) - Catania (2.3) - pareggio (3.15),
venerdì 21 dicembre ore 18:00

Una vittoria: o per chiudere il 2012 virtualmente salvi, o per consacrarsi come ottava forza del campionato dietro le "sette sorelle". Questa è la situazione rispettivamente di Pescara e Catania alla vigilia dell'anticipo della giornata che chiude l'anno solare. I siciliani sono reduci da due vittori consecutive fra cui la prima ottenuta in trasferta.

FORMAZIONI: spicca l'assenza di Bergessio nel Catania.
Pescara (4-3-1-2): Perin, Balzano, Terlizzi, Capuano, Modesto, Bjarnason, Togni, Nielsen, Weiss, Celik, Abbruscato.
Catania (4-3-3): Andujar, Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese, Izco, Almiron, Lodi, Gomez, Castro, Doukara.

MERCATI GOL: quella pescarese è la difesa più perforata del campionato (34). In trasferta Andujar è rimasto imbattuto solo nello 0-0 (8.5) di Cagliari. Con numeri del genere il Goal (1.71) si fa preferire al No Goal (1.98).

INEDITO IN A: sarà a suo modo una gara storica, la prima tra le due compagini nella massima serie. In totale i confronti diretti all'"Adriatico" sono 11 con bilancio favorevole ai padroni di casa. Il Pescara ha infatti vinto 4 volte contro un solo successo catanese, nella sfida della stagione 2005/06.
Tra i sei pareggi spicca il 2-2 (13) siglato dalle reti di Terra, Job, Manfredini e Ferrante nel 2004/05.