Mondiali femminili: statistiche e quote dei match di apertura

Il 20 luglio debuttano i co-organizzatori del torneo Nuova Zelanda e Australia

Entra in scena l'edizione 2023 dei Mondiali femminili di calcio che si giocherà in Australia e Nuova Zelanda, entrambe le Nazionali apriranno il calendario dei Gruppi A e B.

Nuova Zelanda - Norvegia

Le due compagini si sono già affrontate una volta nella Coppa del Mondo femminile, nella seconda giornata della prima edizione del torneo nel 1991, con una vittoria per 4-0 in favore delle norvegesi; l'attuale tecnico della Norvegia, Hege Riise, realizzò proprio in quella gara il primo dei suoi nove gol da giocatrice nel Mondiale femminile.

Il precedente più ravvicinato è l'amichevole del giugno 2022 vinto dalle norvegesi per 2-0. Su otto precedenti, solo uno è stato vinto dalla Nuova Zelanda (2-1 nel 2019).

I co-organizzatori parteciperanno per la sesta volta ad un Mondiale femminile, la quinta consecutiva, e sono la Nazionale con il maggiore numero di partite disputate senza mai vincerne una (0-15). Solo in una circostanza hanno mantenuto la porta inviolata (0-0 v. Canada nel 2015).

La Norvegia è una delle sette squadre ad essersi qualificata per tutte e nove le edizioni del Mondiale femminile, oltre ad essere una delle sole tre formazioni europee insieme alla Germania e alla Svezia ad aver disputato ogni torneo.

La Norvegia ha vinto ognuna delle ultime sette gare di debutto del Mondiale femminile, a partire dall'edizione del 1995. L'unica volta che ha perso la prima partita della competizione è stato nel torneo inaugurale nel 1991 (0-4 vs Cina).

Quote e pronostici

Numeri e anche quote dalla parte della Norvegia che parte da 1.32 in punta e 1.37 per la bancata. Il pareggio si frappone a 5.50 e 6.40, mentre la vittoria dei padroni di casa è solo a 9.60 e 12.50.

Interessante la puntata sull'over 2,5 che parte da 1.64 e 1.76, mentre l'under si punta a 2.32 e si banca a 2.56.

Mercati che non vedono un gol per entrambe, soprattutto lato Nuova Zelanda, con l'esito "No" dato a 1.74 e 1.97. Tuttavia, non troppo lontano l'esito Gol dato a 2.02 e 2.36.

Australia - Irlanda

Secondo confronto dopo l'amichevole vinta per 3-2 dall'Irlanda nel settembre 2021.

Per le padroni di casa, solo una vittorie in nove confronti contro squadre europee al Mondiale femminile, di cui le tre precedenti nella gara di esordio del torneo.

L'Australia è alla sua ottava e consecutiva Coppa del Mondo, infatti ha saltato solo l'edizione inaugurale nel 1991.

Dopo tre eliminazioni nella fase a gironi, l'Australia ha raggiunto la fase ad eliminazione diretta in tutte le edizioni successive, tuttavia senza andare oltre i quarti.

L'Australia ha perso il suo primo match ai Mondiali femminili in ognuna delle ultime tre edizioni (0-1 vs Brasile nel 2011, 1-3 vs Stati Uniti nel 2015 e 1-2 vs Italia nel 2019), l'unica vittoria è stata contro il Ghana nel 2007.

L'Irlanda è una delle otto squadre a debuttare quest'anno nel Mondiale femminile dopo aver superato la Scozia nello spareggio.

L'Irlanda ha subito solo quattro reti nelle nove gare di qualificazione per il Mondiale femminile 2023, senza mai concederne più di una in ciascuno di questi match. L'Irlanda ha, inoltre, realizzato 27 gol in queste nove partite (20 di questi contro la Georgia nella doppia sfida).

L'Irlanda ha ottenuto sei successi nelle qualificazioni per la Coppa del Mondo femminile 2023, record per questa formazione. Inoltre, ha subito una sola sconfitta in quelle nove gare, altro record nella sua storia.

Quote e pronostici

Le australiane potrebbero ritrovare il successo nel match d'esordio, soprattutto davanti al proprio pubblico. Le quote di partenza sono 1.30 e 1.35, con il pareggio a 5.60 e 6.40 con il pareggio nel mezzo a 11.50 e 15.00.

In termini di reti, leggermente favorito l'over 2,5 a 1.76 e 2.00 rispetto all'under a 2.00 e 2.32.

Difficile vedere un gol per parte con quote di partenza a 1.58 e 1.79, esito Gol a 2.26 e 2.72.