I maggiori trasferimenti di questa sessione di mercato

Acquisti serie A

Mercato trasferimenti con qualche scossone, che ha visto tutte le big mettere a segno almeno un colpo a sensazione

In una caldissima estate (in tutti i sensi) il mercato di Serie A ha riservato parecchi scossoni, pur facendo i conti con una ormai cronica mancanza di liquidi da investire per quasi tutte le contendenti.

Lavoro straordinario quindi per i Direttori Sportivi, che oltre a individuare i nomi giusti per il salto di qualità, hanno dovuto spesso anche inventarsi formule fantasiose per risparmiare il possibile.

Al netto di tutto questo, quali sono stati gli affari più costosi di questa sessione di mercato?

Effetto parametri zero e prestiti

Prima di procedere con l'elenco degli acquisti più onerosi dell'estate di Serie A, una doverosa premessa.

Una delle formule più in voga in questi anni per il passaggio di giocatori infatti, è senza dubbio l'ormai (tristemente) famoso "Parametro Zero". Ovvero l'acquisto di giocatori in scadenza di contratto (o addirittura svincolati) che permette alla società acquirente di risparmiare un bel po' in termini di spesa diretta e al giocatore di poter limare ulteriormente verso l'alto sull'ingaggio.

Rientrano in questa categoria per esempio, lo storico passaggio di Dybala alla Roma (giunto a fine contratto con la Juventus e libero di accasarsi altrove), così come l'arrivo di Angel Di Maria e Pogba alla Juventus, di Mkhitaryan all'Inter e anche di Jovic alla Fiorentina (ceduto a titolo gratuito anche se ancora sotto contratto).

La lista sarebbe ancora più lunga, da Onana arrivato all'Inter da svincolato Ajax, fino a Romagnoli passato alla Lazio o Matic ancora alla Roma.

Discorso diverso invece per i tanti "Prestiti" più o meno onerosi, con il caso estremo di Romelu Lukaku, arrivato alla corte di Inzaghi per una cifra di circa 8 milioni (più eventuali bonus), ma di fatto ancora di proprietà del Chelsea e senza alcun obbligo di riscatto. Ma anche il passaggio di Ndombelè al Napoli e di Wijnaldum alla Roma sono acquisti simili.

Tutte trattative eccellenti e di qualità, che però non rientrano di fatto nella nostra classifica di acquisti più dispendiosi, proprio perchè hanno pesato in maniera diversa sulle casse delle società.

La Top 10 degli acquisti di mercato in Serie A

Prendendo in esame invece le spese vere del mercato, l'acquisto fin qua più dispendioso l'ha messo a segno la Juventus, portandosi a casa il difensore Bremer dal Torino, strappandolo peraltro ai rivali dell'Inter che sembravano già aver chiuso l'affare, con 41 milioni (più altri nove di eventuali bonus) verso i cugini granata. I bianco neri del resto avevano disponibilità economica dopo la cessione di De Ligt, e infatti sono presenti anche con un altro nuovo arrivo, quello di Kostic, costato intorno ai 17 milioni di euro compresi i bonus.

Nulla però in confronto con la lunghissima trattativa che ha tenuto impegnato Maldini e lo staff del suo Milan, per portare in rosso nero il belga De Ketelaere. Un'estenuante tira e molla che alla fine ha portato il giovane trequartista alla corte di Pioli per una cifra intorno ai 32 milioni più bonus (35 in tutto circa).

L'altra squadra super attiva in questa seconda parte di mercato, sembra essere il Napoli di De Laurentis, che dopo aver visto partire una fetta dell'ossatura della vecchia squadra (Koulibaly, Insigne, Mertens e probabilmente anche Ruiz), ha regalato a Spalletti tutta una serie di giovani rinforzi anche piuttosto costosi: Raspadori in primis (trattativa da circa 30 milioni tra cessione e bonus), ma anche Kim è costato intorno ai 20 milioni di euro, oltre a una decina a testa spesi per Olivera, Simeone e Kvaratskhelia (fin qua il vero crack del mercato anche in rapporto al costo).

Per l'Atalanta il grosso della spesa è l'acquisto di Ederson dalla Salernitana in un'operazione da circa 25 milioni di euro (con anche la contropartita "tecnica" di Lovato). Anche il Sassuolo si è messo al lavoro per sostituire i partenti Scamacca e Raspadori, individuando in Pinamonti il successore in attacco (costo sui 20 milioni per l'Inter) e in Alvarez un possibile giovane in rampa di lancio (11 milioni più altri 2 di bonus nelle casse del Penarol).

Non c'è dubbio però che una delle squadre più attive sul mercato sia stata il Monza del ritrovato Galliani, capace di mettere la sua zampata su un numero incredibile di grandi affari, con un budget anche piuttosto elevato soprattutto per una neo promossa. Si sono così vestiti di bianco rosso nomi importanti, a cominciare dal centrocampista della nazionale Pessina (costo sui 15 milioni di euro), oltre a Petagna (14 milioni) e Caprari (intorno ai 12).

Prezzi tutti comprensivi del prestito oneroso per questa stagione, dei vari bonus e soprattutto da sborsare soltanto a fine stagione legati all'obbligo di riscatto in caso di salvezza raggiunta, ma restano investimenti decisamente importanti.

giocatore

provenienza

acquisto

Mln

1

BREMER

Torino

Juventus

41

2

CHARLES DE KETELAERE

ClubBruges

Milan

35

3

RASPADORI

Sassuolo

Napoli

30

4

EDERSON

Salernitana

Atalanta

25

5

MIN-JAE KIM

Fenerbahce

Napoli

20

6

PINAMONTI

Inter

Sassuolo

20

7

DODO'

Shakhtar

Fiorentina

18

8

FILIP KOSTIC

Francoforte

Juventus

17

9

PESSINA

Atalanta

Monza

15*

10

PETAGNA

Napoli

Monza

14*

*Obbligo di riscatto in caso di salvezza