Juventus: budget e previsioni economiche per il mercato estivo

Punto di partenza, ed è uno di quelli fondamentali: la Juventus non parte da zero nel mercato che sta per nascere.

È già una grossa novità se si pensa a quanto vissuto alla Continassa nelle ultime edizioni del mercato, dove il buco del bilancio obbligava a salti mortali per rientrare dalle spese, sempre troppo ingenti.

Le grosse differenze nascono da due dettagli non di poco conto. Numero uno: l'aiuto della proprietà con il nuovo aumento di capitale, per una cifra che gravita attorno ai 900 milioni in 5 anni. Numero due: una stagione senza stop, e con i tifosi al massimo, aiuta. Eccome.

Ecco: tutto questo ossigeno fa sì che la Juve non si bruci, per un effetto chimico al contrario. Cristiano Giuntoli però ha una missione sopra le altre, e cioè abbassare il monte ingaggi, che resta il più alto di tutta la Serie A. Fatto questo, farà il mercato. E nonostante tutto, avrà fuochi d'artificio.

Il budget della Juventus sul mercato

Preambolo decisivo per arrivare alla cifra che interessa davvero: il budget della Juventus, sul mercato, sarà di 40 milioni di partenza. Sottolineare "di partenza", perché l'obiettivo dello Sport Director è appunto iniziare da lì per poi espandere e poi ristringere la cifra. Verosimilmente, sarà speso tutto. Perché la Juve ha bisogno di almeno 5 colpi, uno per reparto e uno ancora in più a centrocampo.

Il primo sarà Di Gregorio, il secondo probabilmente Calafiori. Poi i nomi ancora da chiudere: Koopmeiners, un regista, un esterno. Magari un attaccante, se dovessero uscire sia Kean che Milik. Zirkzee è già sfumato, ma non era il solo sul taccuino di Giuntoli.

I possibili acquisti della Juventus

Come sempre, per capire i movimenti, facciamo un passo alla volta. Conti alla mano.

Michele Di Gregorio

Michele Di Gregorio, dunque, sarà il primo colpo della Juventus. Il portiere del Monza è stato già chiuso e per una cifra che arriva fino ai 20 milioni di euro, bonus compresi. Nelle idee della Juve sarà il titolare, quindi a fargli posto sarà Tek Szczesny, e non Mattia Perin, che potrebbe coltivare l'ambizione di giocarsi la maglia numero uno.

Ai 40 previsti, iniziamo la sottrazione e passiamo ai 20.

Riccardo Calafiori

Ecco: 20 milioni non basteranno per arrivare a Riccardo Calafiori. Fenucci è stato chiaro: "Solo Zirkzee ha un prezzo e può decidere il suo futuro, per gli altri ci sarà da trattare". Certo, il difensore-rivelazione (anche Spalletti l'ha portato agli Europei) della scorsa stagione, ha già deciso di andare via, ma deve fare i conti con le richieste dei felsinei. 30 milioni è il tetto massimo della Juve, a un certo punto è probabile che dovranno bastare.

A questo punto, la Juventus avrebbe un minus di 10 milioni di euro.

Teun Koopmeiners

Arriviamo effettivamente al nodo cruciale del mercato della Juventus. Per arrivare al grande colpo - non necessariamente Koopmeiners, ma molto probabilmente Koopmeiners -, la Juventus dovrà comunque fare cassa. Obbligatoriamente. E da qui potrebbe partire il valzer dei giovani, che nelle idee di Giuntoli non faranno parte della prossima squadra. Come arrivare agli oltre 50 milioni di euro da spendere? Tre nomi: Soulé, Huijsen, Iling Junior.

Le cessioni e il tesoretto della Juventus

La Juventus potrebbe guadagnare una cifra vicina ai 70 milioni di euro dalle cessioni dei soli giovani. Anche qui, tocca far ordine.

Matias Soulé

Undici gol con la maglia del Frosinone, una stagione importantissima, che purtroppo non ha permesso ugualmente ai laziali di salvarsi. La Juventus ha tuttavia ritrovato un Matias Soulé a livelli fantastici, pronto al grande salto. E soprattutto a un'asta attorno al suo nome. Mati corre verso la Bundesliga, così come la Premier League genera una forte attrazione. Base di partenza: 30 milioni per la Juventus, che finanzierebbe almeno metà del gran colpo.

Dean Huijsen

Una cifra leggermente inferiore per Dean Huijsen, sei mesi alla Roma e una crescita comunque esponenziale davanti. Pure qui, occhio alla Bundesliga. La squadra più vicina sembra il Borussia Dortmund di Terzic, finalista della scorsa Champions League, squadra in grado di lanciare i ragazzi come poche altre. Valutazione: 25 milioni di euro. Praticamente Koopmeiners potrebbe essere ripagato così.

Iling Junior

C'è un disavanzo di 15 milioni di euro, almeno nelle idee della Juventus. Proseguendo il fantamercato, Iling Junior potrebbe essere l'uscita decisiva per chiudere i conti. Valutazione: 15 milioni di euro, poco più se dovesse presentarsi un club di premier. Samuel vorrebbe tornare in Inghilterra, e adesso si può fare.