Quando l'Italia va ai calci di rigore ai Mondiali e agli Europei

A mo' di conclusione, ma all'inizio del pezzo, una considerazione necessaria: l'Italia non è immaginabile senza i calci di rigore.

Non la Nazionale, ma la Nazione nella sua storia profonda. Una storia fatta di sofferenze costanti, di divisioni, emozioni contrastanti.

E così, più che il trionfo e l'urlo liberatorio - à la Tardelli, ma anche à la Grosso, per restare sul tema del nostro articolo -, è il pianto a caratterizzare i destini di questa nostra Nazionale-Nazione. Quale parte del calcio, se non quella che inizia dagli undici metri, riassume al meglio l'essere italiani? Paradiso o inferno, vita o morte, redenzione o dannazione. Senza grigi o purgatori possibili, per intenderci.

Iniziamo dando i numeri, per venire al dunque. Su 11 incontri totali nella sua storia - tra Mondiali ed Europei, le competizioni da noi considerate, esclusa quindi la Confederations Cup dove l'Italia ha disputato due partite ai rigori - gli azzurri hanno vinto 5 volte e perso 6, ma l'impennata verde appartiene alla storia recente e deve dunque farci ben sperare per il prossimo europeo in Germania. Andiamo adesso a vedere come, dove e quando, l'Italia ha pianto - di dolore e di gioia - per la lotteria più celebre nel mondo dello sport.

Ai Mondiali: 4 incontri, 3 sconfitte e 1 vittoria

  • 1990: Semifinale (3 luglio 1990) - Italia 4:5 Argentina d.c.r. L'esordio dell'Italia ai rigori mondiali è tutt'altro che fortunato. In casa nostra, davanti a un San Paolo - poi Diego Armando Maradona - quasi integralmente dalla parte dell'Albiceleste, passiamo in vantaggio grazie al quinto gol del torneo di Totò Schillaci, ma Caniggia raggiunge gli azzurri nella ripresa. Ai rigori, decisivi gli errori di Donadoni e Serena, come decisiva è la rete di Diego Armando Maradona che porta l'Argentina in finale.
  • 1994: Finale (17 luglio 1994) - Brasile 3:2 Italia d.c.r. Pasadena memories, indimenticabile. Al Rose Bowl Stadium, in uno stadio da quasi 100.000 posti, va in scena la finale del mondiale a stelle e strisce. Dopo lo 0-0 dei 120', dagli undici metri sbagliano Baresi e Marcio Santos all'inizio della serie, ma soprattutto Massaro e Baggio, che spara alle stelle rimanendo inchiodato sul dischetto il rigore più importante della sua vita.
  • 1998: Quarti di finale (3 luglio 1998) - Italia 3:4 Francia d.c.r. La Francia gioca in casa, ma l'Italia resiste e porta l'incontro prima ai supplementari e poi ai rigori. La lotteria, però, ancora una volta, le è beffarda. L'errore decisivo, dopo quello di Albertini appena dopo la parata di Pagliuca su Lizarazu, è di "soldatino" Di Biagio.
  • 2006: Finale (9 luglio 2006) - Italia 6:4 Francia d.c.r. Una tournée indimenticabile, un percorso memorabile, quello dell'Italia di Lippi al mondiale in Germania del 2006. All'Olympiastadion di Berlino la finale con la Francia è sbloccata da Zidane e Materazzi, a segno nei primi 15'. Poi, in breve tempo, si passa dalla tensione dei restanti 105', compresi i supplementari, ai rigori. Qui l'Italia non sbaglia un tiro, tutti all'angolino. Decisivo l'errore di Trezeguet e la rete di Fabio Grosso, che ci consacra Campioni del Mondo per la quarta volta nella nostra storia.

Agli Europei: 7 incontri, 4 vittorie e 3 sconfitte

  • 2000: Semifinale (29 giugno 2000) - Olanda 1:3 Italia d.c.r. Si apre alla grande il bilancio italiano alla lotteria dei rigori nelle competizioni europee. Contro l'Olanda, in 10 uomini dal 34' (espulso Zambrotta per doppia ammonizione), all'Amsterdam ArenA di Amsterdam, l'Italia trionfa ai rigori grazie a un super Toldo, autore di due parate decisive. Penultimo rigore della lotteria il celebre Cucchiaio di Francesco Totti a Edwin Van der Saar.
  • 2008: Quarti (22 giugno 2008) - Spagna 4:2 Italia d.c.r. Gestione Donadoni: ai quarti di finale perdiamo 4-2 ai calci di rigore dopo aver chiuso 0-0 la sfida contro una squadra di alieni, all'inizio di un ciclo incredibile.
  • 2012: Quarti (24 giugno 2012) - Inghilterra 2:4 Italia d.c.r. Passano quattro anni, e l'Italia si gioca nuovamente ai rigori l'accesso alla semifinale. Stavolta però la vittoria è nostra, anche se poi in finale le Furie Rosse ci rifileranno un devastante 4-0.
  • 2016: Quarti (2 luglio 2016) - Germania 7:6 Italia d.c.r. Contro la Germania, l'Italia di Conte, una delle peggiori rose nella nostra della nostra nazionale, gioca una partita stoica, pareggia al 78' (Bonucci) il gol di Ozil. E ci crede, nonostante gli avversari siano molto più forti. Ai rigori, la tracotanza di Zaza e Pellé ci costa carissima: usciamo dopo una lunghissima serie di 18 rigori totali.
  • 2021: Semifinale (6 luglio 2021) - Italia 5:3 Spagna d.c.r. In semifinale contro la Spagna, cinque anni dopo, e 13 anni dopo l'eliminazione ad Euro 2008, passiamo noi. Decidono, dopo l'1-1 firmato Chiesa e Morata nei 120', le parate di Gigio Donnarumma.
  • 2021: Finale (11 luglio 2021) - Italia 4:3 Inghilterra d.c.r. Ancora Donnarumma, ancora una volta decisivo. Due volte, su Sancho e Saka. Dopo l'1-1, di nuovo, dei 120'. Siamo Campioni d'Europa.