Germania 2024: il calendario, i gironi e tutte le info sul prossimo Europeo

Quest'estate per la terza volta nella storia il Campionato Europeo di Calcio si gioca in Germania, ma per la prima volta interamente nel paese unificato.

Nel 1988 infatti il paese era ancora diviso e si è giocato nella sola Germania Ovest, mentre nel 2021 si sono giocate in territorio tedesco solo quattro partite dell'edizione itinerante di Euro 2020.

Con questa edizione la Germania risulta la squadra più presente alle fasi finali di un Europeo, con 13 partecipazioni, seguita dalla Spagna a quota 11 e quindi da Francia, Inghilterra, Italia, Paesi Bassi e Repubblica Ceca con 10. Fa il suo esordio assoluto la Georgia, mentre tornano per una seconda volta Albania (dopo l'esordio del 2016) e Slovenia (che aveva esordito ad Euro 2020).

Cinque commissari tecnici italiani ai nastri di partenza della competizione: oltre ovviamente a Luciano Spalletti sulla panchina dell'Italia, troviamo Vincenzo Montella con la Turchia, Domenico Tedesco alla guida del Belgio, Francesco Calzona con la Slovaccia e Marco Rossi, ormai un'istituzione in Ungheria.

Euro 2024: tutte le informazioni

  • Quando si gioca: dal 14 giugno al 14 luglio 2024
    • 1ª giornata fase a gironi: 14-18 giugno
    • 2ª giornata fase a gironi: 19-22 giugno
    • 3ª giornata fase a gironi: 23-26 giugno
    • Ottavi di finale: 29 giugno-2 luglio
    • Quarti di finale: 5-6 luglio
    • Semifinali: 9-10 luglio
    • Finale: 14 luglio
  • Dove si gioca: Il torneo si giocherà in Germania, per la precisione nelle città di:
    • Berlino
    • Monaco di Baviera
    • Dortmund
    • Stoccarda
    • Gelsenkirchen
    • Francoforte sul Meno
    • Amburgo
    • Dusseldorf
    • Colonia
    • Lipsia
  • Dove vedere le partite:
    • Tutte le 51 partite dell'Europeo di Germania 2024 saranno trasmesse in Italia da Sky Sport, in televisione e via satellite, oltre che in streaming attraverso le app Sky Go e Now TV.
    • Tutte le partite dell'Italia, una selezione delle partite dei gironi e tutte quelle della fase ad eliminazione diretta, per un totale di 30 partite, saranno trasmesse anche in chiaro e gratuitamente dalla Rai, anche in streaming attraverso RaiPlay.

Euro 2024: i gironi

Girone A

  • Germania
  • Scozia
  • Ungheria
  • Svizzera

Il primo girone dell'Europeo vede come di consueto la presenza della squadra ospitante, la Germania. I tedeschi sono stati sorteggiati in un girone che non presenta grandissimi nomi ma tre squadre che hanno tutte le risorse per puntare al passaggio del turno.

La Scozia ha chiuso il suo girone di qualificazione alle spalle della Spagna, precedendo la Norvegia, mentre l'Ungheria di Marco Rossi, già sorpresa di Euro 2020, ha stupito vincendo il proprio raggruppamento davanti a Serbia e Montenegro. Infine la Svizzera, che nonostante sia arrivata alle spalle della Romania nel suo girone di qualificazione ha una rosa con un mix di talento ed esperienza tale da fare bella figura nella competizione, come ha spesso dimostrato nelle edizioni passate.

Girone B

  • Spagna
  • Croazia
  • Italia
  • Albania

Il sorteggio non è stato particolarmente benevolo con l'Italia di Luciano Spalletti: gli azzurri, che si sono qualificati alle spalle dell'Inghilterra e davanti all'Ucraina nel proprio raggruppamento, sono stati infatti sorteggiati con due spauracchi come Spagna e Croazia.

Le Furie Rosse hanno vinto un girone di qualificazione davanti a Scozia e Norvegia, mentre i croati si sono assicurati il pass per la Germania superando il Galles nella corsa al secondo posto dietro la Turchia.

Cenerentola del gruppo, sulla carta, l'Albania, che però arriva all'Europeo da vincitrice del proprio girone di qualificazione davanti a Repubblica Ceca e Polonia.

Girone C

  • Slovenia
  • Danimarca
  • Serbia
  • Inghilterra

Inghilterra, che ha chiuso il suo girone di qualificazione precedendo Italia e Ucraina, nettamente favorita nel gruppo C. Attenzione alla Danimarca, che ha vinto il proprio raggruppamento davanti proprio alla Slovenia, che ritrova anche qui, alla Finlandia e al Kazakhistan, mentre la Serbia ha avuto qualche difficoltà arrivando alle spalle dell'Ungheria e lottando con il Montenegro fino all'ultimo.

Girone D

  • Polonia
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Francia

Una delle maggiori favorite per la vittoria del titolo europeo, la Francia è arrivata in Germania vincendo il proprio raggruppamento davanti proprio ai Paesi Bassi, che ritrovano in questo girone, e alla Grecia.

Completano il gruppo D l'Austria, arrivata alle spalle del Belgio e prima della Svezia nel proprio girone, e la Polonia, che dopo aver chiuso la fase di qualificazione al 3° posto alle spalle di Albania e Repubblica Ceca è stata costretta ad affrontare il percorso dei play-off della Lega A di Nations League, eliminando prima l'Estonia e poi il Galles ai rigori.

Girone E

  • Belgio
  • Slovacchia
  • Romania
  • Ucraina

Il Belgio, sulla cui panchina siede l'italiano Domenico Tedesco, è nel bel mezzo di una fase di ricambio generazionale, ma ciò non gli ha impedito di qualificarsi a questo Europeo precedendo Austria e Svezia nel proprio raggruppamento.

Insieme ai Diavoli Rossi nel gruppo E troviamo la Slovacchia guidata da un altro allenatore italiano, il tecnico del Napoli Francesco Calzona, 2ª dietro al Portogallo e davanti a Lussemburgo e Islanda, e la Romania che a sorpresa ha lasciato alle sue spalle nel girone di qualificazione Svizzera ed Israele.

Chiude il gruppo l'Ucraina, che arrivata dietro Inghilterra e Italia nel suo raggruppamento ha dovuto giocare gli spareggi di Lega B di Nations League, dove ha affrontato con successo Bosnia ed Islanda.

Girone F

  • Turchia
  • Georgia
  • Portogallo
  • Repubblica Ceca

La Turchia di Vincenzo Montella ha staccato il biglietto per la Germania vincendo il proprio girone di qualificazione davanti a Croazia e Galles, così come il Portogallo si è lasciato alle spalle Slovacchia, Lussemburgo e Islanda.

Più difficoltoso il cammino della Repubblica Ceca, arrivata alle spalle dell'Albania e prima della Polonia, e soprattutto della Georgia, che nonostante avesse chiuso al penultimo posto il proprio girone di qualificazione dopo Spagna, Croazia e Norvegia (precedendo solo Cipro) si è qualificata grazie ai playoff di Lega C di Nations League, dove ha dapprima elimianto il Lussemburgo per poi vincere ai rigori contro la Grecia in finale.