Le squadre di Euro 2024: Svizzera

La Svizzera si appresta a vivere per la sesta volta nella sua storia gli Europei di calcio.

La nazionale elvetica è stata sorteggiata nel Gruppo A e qui dovrà contendersi un posto alla fase successiva con Scozia, Ungheria e i padroni di casa della Germania. Il girone non sembra proibitivo, specie tenendo conto dei risultati ottenuti nel corso delle due precedenti edizioni della manifestazione continentale.

Nelle ultime due apparizioni agli Europei la Svizzera ha dimostrato di poter essere un avversario ostico per chiunque. Nel 2016 gli elvetici raggiunsero gli ottavi di finale ma quattro anni dopo migliorarono ulteriormente il loro piazzamento. Ad Euro2020 i biancorossi arrivarono ai quarti di finale dopo aver eliminato la Francia, campione del Mondo in carica, e la loro avventura terminò solo dopo 120' di battaglia alla pari contro la Spagna. Difatti gli iberici riuscirono a prevalere solo ai calci di rigore.

Grandi aspettative quindi per la Svizzera che approderà in Germania capitanata dal CT Murat Yakin. Quest'ultimo è ben conscio delle rosee aspettative attorno alla nazionale da lui allenata e probabilmente ciò lo ha portato a stilare una lista di pre convocati composta da ben 38 giocatori. A partire per Euro 2024 saranno tuttavia solo 26.

La formazione tipo

Nel corso delle amichevoli di marzo Yakin ha provato alcune varianti al suo classico 3-5-2, trasformandolo in un 3-4-2-1 contro l'Irlanda oppure in un 3-4-3 in occasione del turno di qualificazione con la Romania.

Il 3-4-3 pare essere stato accantonato vista anche la sconfitta rimediata con la Romania ed invece sembra alquanto probabile un ulteriore cambio d'abito, ovvero un 3-4-2-1 atta a sfruttare il più possibile il potenziale offensivo della rosa stessa.

  • Svizzera (3-4-1-2): Sommer; Akanji, Elvedi, Rodriguez; Xhaka, Freuler, Vargas, Ndoye; Shaqiri; Amdouni, Okafor.

Lista dei preconvocati

  • Portieri: Sommer, Mvogo, Kobel, Loretz, Keller
  • Difensori: Mbabu, Widmer, Elvedi, Akanji, Rodriguez, Garcia, Zesiger, Cömert, Schär, Omeragic, Hajdari, Okoh, Stergiou
  • Centrocampisti: Zakaria, Freuler, Xhaka, Bislimi, Aebischer, Shaqiri, Sierro, Zuber, Jashari, Rieder, Ugrinic
  • Attaccanti: Amdouni, Okafor, Steffen, Vargas, Ndoye, Duah, Embolo, Monteiro, Zeqiri

I 26 Probabili convocati per Euro2024

  • Portieri: Sommer, Mvogo, Kobel
  • Difensori: Elvedi, Akanji, Rodriguez, Schär, Widmer, Garcia, Cömert, Stergiou

  • Centrocampisti: Aebischer, Shaqiri, Freuler, Zakaria, Sierro, Rieder, Jashari, Zuber
  • Attaccanti: Okafor, Vargas, Ndoye, Amdouni, Embolo, Steffen, Zeqiri

Titolarissimo tra i pali sarà indubbiamente Yann Sommer. L'estremo difensore non ha solo vinto lo scudetto con l'Inter, rendendosi assoluto protagonista del campionato italiano ma è anche un veterano tra le fila della Svizzera. L'elvetico può difatti vantare 88 presenze in nazionale maggiore.

Al netto del modulo, l'unica certezza fornita sin qui da Yakin è l'utilizzo della difesa a tre. Le gerarchie nel reparto sono alquanto esplicite e dettate dai rendimenti degli stessi giocatori nei rispettivi campionati. I punti fermi in tal senso della formazione rossocrociata sono Akanji, Elvedi e Ricardo Rodriguez.

A centrocampo il punto fermo sarà Xhaka che ha disputato una stagione stellare con il Bayer Leverkusen. In mezzo al campo spazio a Freuler che ha ritrovato prestazioni e certezze a Bologna dopo la deludente esperienza inglese ed accanto a lui Vargas, la cui titolarità potrebbe variare in base al modulo. A sinistra un altro bolognese d'adozione, quindi Ndoye. Il rossoblù verrà arretrato rispetto alla posizione che ricopre con il club e gli verranno richiesti fondamentali compiti di copertura.

Shaqiri è un altro punto fermo della nazionale elvetica che nel corso di Euro2024 verrà verosimilmente impiegato come trequartista. L'ex Inter si posizionerà alle spalle del duo d'attacco Amdouni-Okafor. La titolarità di questo tandem offensivo è praticamente certa.

I giocatori più attesi

Tra i tifosi elvetici c'è una trepidante attesa nel capire quale potrà essere l'apporto di Xhaka e Shaqiri. Il primo, dopo aver lasciato l'Arsenal, è rinato sotto l'egida di Xabi Alonso ed ha contribuito al successo in Bundesliga del Bayer Leverkusen. Sarà proprio lui a vestire la fascia da capitano e l'obiettivo sarà quello di concludere la stagione nel migliore dei modi ad Euro2024 dopo aver trionfato con il proprio club.

Un altro giocatore particolarmente atteso è Shaqiri. Capitano in seconda, l'ex Inter è al di fuori dei radar del calcio europeo dato che sta giocando tra le fila dei Chicago Fire in MLS. La sua esperienza nonché il suo carisma possono rivelarsi fondamentali per la buona riuscita della spedizione elvetica in Germania. Resta da capire quale sia la sua effettiva condizione fisica.

La sorpresa

I nomi altisonanti all'interno della Svizzera sono molteplici ma la vera e propria sorpresa potrebbe essere rappresentata da Breel Embolo. Data l'attitudine di Yakin di adattare e/o modificare il modulo in base all'avversario, non è da escludere l'eventualità di vedere la nazionale elvetica giocare con un'unica punta.

A ricoprire quel ruolo potrebbe essere proprio Embolo. Il giocatore di origini camerunensi ha vissuto una stagione alquanto travagliata. Ad agosto 2023, durante una sessione di allenamento, ha subito un infortunio alquanto grave, rottura del crociato anteriore destro. È stato costretto ad un lungo stop ed è rientrato solo ad aprile 2024.

Quest'anno, a causa proprio di questo infortunio, le statistiche sono alquanto impietose. Un solo gol in cinque match giocati. È tuttavia sufficiente dare uno sguardo ai dati della stagione passata per rendersi conto che la caratura del giocatore è ben altra. Nella stagione 2022/2023 le reti totali tra tutte le competizioni ammontano a 14 più 4 assist in complessivamente 42 partite.