Le squadre di Euro 2024: Francia

La Francia parte certamente come una delle grandi favorite di Euro 2024, con una rosa profonda e di grande qualità, a partire naturalmente dall'estro di Kylian Mbappè.

Didier Deschamps è ormai da oltre una decade la guida tecnica dei transalpini, che ha guidato fino alla vittoria mondiale ma a cui è fin qua sfuggito il successo europeo (sfiorato nel 2016 proprio in casa contro il Portogallo).

Già nota la lista dei convocati, in cui figurano tra gli altri anche diversi giocatori "italiani" e senza assenze rilevanti, tranne quella di Lucas Hernandez per infortunio (legamento crociato). Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere sulla nazionale francese in scena agli Europei di Germania 2024.

Come arriva la Francia a Euro 2024

I francesi hanno dominato il loro girone di qualificazione, arrivando a Euro 2024 come prima in classifica e senza sconfitta alcuna (7 vittorie e un pareggio).

Decisiva la vittoria in terra d'Olanda (1-2 con doppietta di Mbappè) che ha di fatto risolto i giochi per la vetta, con i tulipani relegati al secondo posto a quattro punti di distacco e la Grecia che alla fine è arrivata terza (su Irlanda e Gibilterra).

Devastante anche la conta dei gol per i transalpini, che hanno registrato uno degli score migliori in assoluto, con i loro 29 gol realizzati (pesa quel 14-0 inflitto a Gibilterra) a fronte di appena 3 subiti (due dei quali nell'ultima partita, ormai inutile, contro la Grecia).

Convocati Francia

Ruolo

Nome

Squadra

Portiere

Alphonse Areola

West Ham

Portiere

Mike Maignan

Milan

Portiere

Brice Samba

Lens

Difensori

Jonathan Clauss

Marsiglia

Difensori

Theo Hernandez

Milan

Difensori

Ibrahima Konaté

Liverpool

Difensori

Ferland Mendy

Real Madrid

Difensori

Jules Koundé

Barcellona

Difensori

Benjamin Pavard

Inter

Difensori

William Saliba

Arsenal

Difensori

Dayot Upamecano

Bayern

Centrocampisti

Aurélien Tchouaméni

Real Madrid

Centrocampisti

Eduardo Camavinga

Real Madrid

Centrocampisti

Youssouf Fofana

Monaco

Centrocampisti

N'Golo Kanté

Al-Ittihad

Centrocampisti

Adrien Rabiot

Juventus

Centrocampisti

Warren Zaïre-Emery

PSG

Attaccanti

Kylian Mbappé

PSG

Attaccanti

Marcus Thuram

Inter

Attaccanti

Randal Kolo Muani

PSG

Attaccanti

Olivier Giroud

Milan

Attaccanti

Ousmane Dembélé

PSG

Attaccanti

Kingsley Coman

Bayern

Attaccanti

Bradley Barcola

PSG

Attaccanti

Antoine Griezmann

Atletico Madrid

La probabile formazione della Francia

Didier Deschamps ha saputo quasi sempre adattare il suo modulo di gioco per ottimizzare gli elementi della sua rosa. Possibile quindi vedere la Francia schierata sia con un classico 4-3-3 che con un moderno 4-2-3-1 a seconda degli avversari e della formazione in campo.

Al netto del recupero ottimale dall'infortunio, Mike Maignan dovrebbe essere sicuro del posto tra i pali in nazionale, così come è quasi definita la linea difensiva davanti a lui.

Al centro William Saliba è la certezza, con al suo fianco favorito Konatè, su due ottime alternative come Pavard e Upamecano. Ai lati Theo Hernandez si occuperà della fascia sinistra (Mandy la sua alternativa naturale), mentre a destra c'è Clauss a giocarsela con Koundè.

In caso di centrocampo a tre, tutto ruoterà intorno a Aurelien Tchouamenì, consacrato dopo la splendida stagione al Real Madrid, insieme proprio al giovanissimo compagno di squadra Eduardo Camavinga, a formare un filtro utile in entrambe le fase che ben si adatta anche nell'eventuale linea a due in mediana (potrebbero anche essere complementari per Deschamps nel modulo a tre invece).

Per la terza maglia se la giocano in diversi, con caratteristiche diverse a seconda delle esigenze: c'è sicuramente Rabiot in evidenza, sempre che non si voglia puntare sulla freschezza in crescita di Zaire-Emery o sulle qualità più offensive di Fofana (e ricordiamoci che c'è anche un Kantè pronto a subentrare).

Non ha che l'imbarazzo della scelta anche nella linea di attacco, dove di certo troverà proprio Mbappè sulla sinistra, mentre c'è un ballottaggio aperto per gli altri due ruoli: nelle prime amichevoli abbiamo visto Thuram e Giroud alternarsi in avanti, con invece Muani e Dembelè per l'altra maglia. Ma ricordiamoci che c'è sempre Coman che può occupare un po' tutti i ruoli in attacco, così come l'esperienza di Griezmann.

  • Francia (4-3-3): Maignan; Clauss, Saliba, Konate, Theo Hernandez; Tchouameni, Rabiot, Camavinga; Mbappè, Giroud, Muani.

Le stelle e le possibili sorprese

Brilla più di ogni altra, la stella di Kylian Mbappè, simbolo di queste ultime generazioni di grandi talenti. Con la maglia bleu ha già realizzato qualcosa come 46 reti in 77 presenze, bottino che sicuramente verrà aggiustato in questi europei.

Un'estate particolare questa per l'attaccante, che dopo sei stagioni è pronti a cambiare casacca approdando al Real Madrid. Ma questa è come si suol dire, un'altra storia.

La rosa di Deschamps come detto, è però ricca di tanti talenti, molti dei quali ancora giovanissimi, pur con grande esperienza alle spalle. Parliamo di Aurelien Tchouameni per esempio, anche lui al Real Madrid, reduce da una stagione interrotta diverse volte da qualche infortunio, tra cui il più recente che lo vede ancora in pieno recupero.

E possiamo ormai considerare una stella a tutti gli effetti, anche il leader della difesa William Saliba, punto fermo dell'Arsenal con cui ha giocato ben 50 partite in stagione, in una linea che, in quanto a qualità assoluta, non si fa mancare niente (da Upamecano a Pavard, da Theo Hernandez a Koundè).

Se volessimo pensare a qualche sorpresa, ci sono in questo caso un paio di ragazzi terribili pronti a prendersi la scena: Eduardo Camavinga potrebbe essere un elemento importante per il centrocampo, così come il diciottenne Warren Zaire-Emery, passato subito tra i grandi dopo le trafile giovanili al PSG. Occhio anche a Bradley Barcola, ancora in attesa di esordio nella nazionale maggiore (davanti a lui Mbappè e Coman, non esattamente facili da spodestare), ma ottimo cambio anche nel PSG, dove malgrado un impiego part time, ha messo a segno 4 reti e 7 assist quest'anno.

Dove può arrivare la Francia

Inutile girarci intorno, la Francia punta decisamente a portarsi a casa il suo terzo trofeo, cominciando però da un girone non proprio facilissimo, in cui sarà importante non distrarsi per prendere un primo posto determinante per ottenere un ottavo di finale agevole (per chi punta alla finale, la gestione delle forze diventa decisiva in quella fase).

L'Olanda sembra l'unica realmente in grado di impensierire i piani di Deschamps nel girone (più difficile la sorpresa per Austria e Polonia), mentre l'eventuale accoppiamento da prima agli ottavi potrebbe essere molto positivo, contro la seconda del gruppo F, ovvero (ipotizzando un Portogallo primo) una tra Turchia e Repubblica Ceca.

Da quel lato del tabellone, dovrebbero trovarsi poi come favorite prima il Belgio (nei quarti) e poi l'ostacolo Inghilterra in semifinale, in quella che avrebbe tutto il sapore di una finale anticipata. Ma la strada potrebbe essere quella e la Francia ha tutte le carte in regola per arrivare almeno a quel traguardo, giocandosi poi il tutto per tutto fino alla fine (a prescindere da quali realmente saranno i suoi avversari). Scommetti live sulla Francia e rimani aggiornato sulle quote Europei 2024 di Betfair.